Percorso


Prossimi eventi


Nessun evento


Attività di psicomotricità (Dott.ssa Monica Manni)

Presso la sede dell'associazione è allestita una sala di psicomotricità dove si svolge un accompagnamento individuale o di piccolo gruppo terapeutico rivolto a bambini in situazione di disagio affettivo, relazionale, cognitivo, motorio. Si tratta di una forma di aiuto che tiene presente la persona nella sua globalità e parte dalle risorse e dalla spontaneità del bambino per poterlo poi aiutare nelle problematiche presenti nel suo sviluppo.

I mezzi con i quali ci si approccia al bambino sono il movimento, l'azione, la rappresentazione, il gioco spontaneo, all'interno di una dinamica relazionale ben calibrata e pensata sui bisogni del piccolo. Il bambino infatti impara e progredisce nel suo percorso di crescita perchè attraverso il gioco scopre come relazionarsi al mondo (alle persone, allo spazio, al tempo, agli oggetti, ecc).

Soprattutto quando si riscontrano difficoltà evolutive o ritardi (ma non solo), la psicomotricità aiuta nell'espressione e nell'integrazione di movimento, pensiero, emozioni.

Lo psicomotricista è formato per poter osservare, accogliere e dare senso all'espressività del bambino, con l'obiettivo di poter rispondere ai suoi bisogni e aiutarlo nel suo sviluppo.

Il lavoro viene svolto a cadenza settimanale con il bambino e periodicamente con i genitori. Di solito si collabora anche con la rete di supporto alla famiglia (insegnanti, educatori, logopedisti, neuropsichiatri, psicologi ecc..). L'obiettivo è infatti è aiutare il bambino nel suo percorso di sviluppo, tenendo presente il contesto in cui il lui e la famiglia vivono quotidianamente.

Alla prima domanda di aiuto che i genitori rivolgono all'associazione viene proposto un primo colloquio gratuito (con la psicomotricista e la psicologa) al fine di valutare la problematica. Se ritenuto opportuno si intraprende un percorso di osservazione del bambino della durata di 4 incontri, ai quali segue un incontro di restituzione con i genitori per parlare in modo più specifico delle risorse e delle problematiche del bambino, riflettere sui suoi bisogni e sull'eventuale necessità di intraprendere un percorso terapeutico.

Le persone che svolgono questa attività per l'associazione hanno anni di esperienza sia in ambito terapeutico (aiuto individuale e di piccolo gruppo) che educativo-preventivo, una formazione universitaria (Terapia Neuropsicomotoria dell'età evolutiva) e privata (scuola di formazione in Pratica Psicomotoria Educativa).